8 miliardi di anni fa, la Via Lattea era piena di vita

0 310

Secondo le ultime ricerche e analisi sui big data, gli esseri umani potrebbero già essere l’ultima civiltà dell’universo, perché la prima civiltà è apparsa già 8 miliardi di anni fa.

I ricercatori hanno detto che prendendo come esempio la Via Lattea, credono che il luogo più adatto per la vita nella Via Lattea non sia probabilmente il bordo della Via Lattea, ma un luogo a circa 1,3 anni luce dal centro della Via Lattea , dove si trova la vera vita della Via Lattea. Era un fiorente “paradiso della vita” e già 8 miliardi di anni fa la vita era densamente popolata.

Qual è la distanza tra la terra e il centro della Via Lattea? È di circa 25.000 anni luce e anche la distanza tra gli esseri umani e il “paradiso della vita” è di 12.000 anni. Questo enorme divario fa sì che le persone diventino solo civiltà marginali e non possano partecipare ai ranghi delle prime civiltà della galassia. .

La ricerca e la deduzione hanno scoperto che da 8 miliardi di anni fa, le vigorose civiltà apparse nella galassia potrebbero essere tutte estinte. Quando il sistema solare si era appena formato, era il periodo di massimo splendore dello sviluppo di queste civiltà e quando apparvero gli umani, queste civiltà La civiltà è stata a lungo persa nella storia della Via Lattea. Questa notizia è stata pubblicata nell’articolo del 6 gennaio di “Notizie di riferimento” “Media statunitensi: la maggior parte delle civiltà aliene potrebbero essersi distrutte”

Al giorno d’oggi, la civiltà della galassia è simile a quella degli umani

Ciò significa anche che quelle civiltà aliene che possono ricevere segnali inviati dalla civiltà umana, o quelle che possono arrivare direttamente sulla terra, si sono estinte prima della comparsa degli umani. Questo articolo intitolato “Media statunitensi: la maggior parte delle civiltà aliene potrebbe essersi autodistrutto” è stato pubblicato su “Notizie di riferimento” il 6 gennaio. Studi hanno evidenziato che le civiltà che ancora esistono nella galassia oggi, come gli esseri umani, appartengono a relativamente giovani civiltà. Non hanno né la capacità di decifrare i segnali né la capacità di rispondere alla terra.

Allora, cosa ha indotto la maggior parte delle civiltà aliene a intraprendere un percorso di autodistruzione? I ricercatori hanno detto che ci sono molti modi per far autodistruggere queste civiltà, come guerre nucleari su larga scala, cambiamenti climatici e ambientali, ecc. Naturalmente, possono anche essere fattori esterni, come le esplosioni di supernova intorno a loro, oppure possono essere causato da alieni.

Può anche essere che ci siano state guerre tra queste civiltà, e alla fine nessuno è diventato il vincitore finale, e uno dopo l’altro ha intrapreso la strada del declino.

Sebbene questa visione necessiti di ulteriori ricerche, sembra che questa possa anche diventare una potente ipotesi del “perché non possiamo trovare civiltà aliene”. Allo stesso tempo, può anche portare alcuni avvertimenti all’umanità. Dopotutto, gli esseri umani stanno distruggendo la terra adesso e, di conseguenza, l’ambiente ecologico della terra è a rischio, e forse ci “autodistruggeremo” in futuro.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.