Utilità

Come scegliere il materasso: la guida completa

Di fronte a tutti i materassi allineati sugli scaffali, ci si sente presto un po’ persi. Molle, schiuma, lattice, memory foam… la scelta, le tecnologie utilizzate e i prezzi sono così vari che non è facile orientarsi, sia in un negozio che su Internet. Tanto più che la qualità del materasso è strettamente legata alla qualità del sonno. È meglio porsi le domande giuste prima di comprare piuttosto che affidarsi agli argomenti del venditore o alle parole d’ordine delle tecnologie.

Come testare un materasso

La chiave per scegliere un materasso è provarlo! Non esiste un materasso ideale. La scelta di un materasso è molto personale e dipende da molti criteri, tra cui la vostra morfologia, le vostre abitudini, ma anche la vostra sensazione, un criterio molto soggettivo. Un buon materasso deve essere comodo e, soprattutto, offrire un buon supporto alla spina dorsale per evitare il mal di schiena. Per rendere i risultati dei nostri test sui materassi applicabili al maggior numero possibile di persone, i nostri test vengono effettuati con due persone di taglia opposta, una donna piccola e magra e un uomo robusto. L’appoggio e l’assenza di deformazione spinale sono misurati in posizione dorsale e laterale. Ma un materasso che si adatta a una persona può essere considerato scomodo da un’altra. In altre parole, se dormite con qualcun altro, dovreste provare i materassi insieme prima di comprarli, e prendervi il vostro tempo:

  • Sdraiato sul materasso, cerchi di mettere la mano tra la schiena e il materasso. Se ci riuscite, è un cattivo segno: è troppo fermo.Poi si cambia posizione. Se è difficile, è troppo morbido o lo strato di memory foam è troppo intenso.
  • Infine, spingi il gomito nel materasso. Se l’incavo rimane segnato, il modello è troppo morbido.
  • La scelta è quindi una questione di come ti senti, di come ti senti bene e anche del prezzo.

Supporto e rigidità del materasso

Il sostegno del materasso non deve essere confuso con la sua fermezza. Il supporto si riferisce al cedimento del materasso, alla sua resistenza allo sprofondamento, ma anche alla sua stabilità e ammortizzazione. Un buon sostegno della colonna vertebrale aiuterà a prevenire il mal di schiena.

La fermezza del materasso è principalmente una questione di come ci si sente comodi quando ci si sdraia sopra. Questo è anche noto come “benvenuto”. Dipende da molti fattori, come il tessuto o lo spessore dell’imbottitura sulla superficie. Ci sono diversi livelli di rigidità:

  • Molto morbido
  • Morbido
  • Bilanciato
  • Rigido
  • Molto rigido

Qualunque sia il livello di rigidità desiderato, non bisogna fare affidamento sull’etichetta. Poiché non esiste una scala di fermezza standardizzata, ogni produttore la definisce a modo suo. Un materasso che è “solido” per un produttore può essere descritto come “morbido” da un altro. L’unico modo valido per valutare la fermezza di un materasso è provarlo. Va notato che molti produttori presentano tabelle che mettono in relazione la morfologia con la fermezza del materasso. Ma non esiste una regola assoluta! Sta a ciascuno scegliere secondo le proprie preferenze. L’importante è scegliere un materasso che sostenga il tuo corpo e in particolare la tua spina dorsale.

Un materasso spesso è più comodo?

Lo spessore e la densità del materasso dipendono principalmente dal tipo di materasso: a molle, in schiuma o in lattice, dall’imbottitura e dal fatto che venga usato per il sonno quotidiano o occasionale. In generale, i materassi in schiuma e lattice sono più sottili dei materassi a molle. Per esempio, i materassi in schiuma hanno uno spessore medio tra i 18 e i 25 cm. Questo può variare a seconda degli strati (per esempio la schiuma di memoria). Tra i 14 e i 18 cm, sono più adatti a un letto supplementare o a un letto per bambini. I materassi a molle hanno uno spessore di 25 cm o più.

Ma se lo spessore e la densità possono modificare l’accoglienza, non è una garanzia di qualità e di buon supporto! Per questo valutiamo il supporto dei materassi durante i nostri test: calcoliamo la resistenza allo sprofondamento applicando una forza al centro del materasso, deve resistere senza comprimersi fortemente. Questo test fornisce informazioni sulla capacità del materasso di assorbire il movimento senza ostacolarlo.

Un topper per materassi fornisce un supporto migliore?

Il topper del materasso viene posizionato direttamente sul materasso. Viene poi protetto dal lenzuolo di sotto e tenuto in posizione dal lenzuolo montato. Fornisce più comfort e protezione per il materasso. D’altra parte, il topper del materasso non cambia nulla in termini di supporto: il supporto della colonna vertebrale è identico, che ci sia un topper del materasso o meno.

CHE TIPO DI IMBOTTITURA?

L’imbottitura è un elemento di comfort: condiziona l’accoglienza, regola la temperatura e assorbe l’umidità. Tuttavia, l’imbottitura non ha alcuna influenza sull’indipendenza del letto. Ci sono due tipi di imbottitura: sintetica o naturale (cotone, lana, seta, lattice, cashmere, ecc.). Se tendi a sudare molto di notte, scegli un’imbottitura fatta di materiali naturali.

VENTILAZIONE DEL MATERASSO

Ogni notte espelliamo acqua sotto forma di sudore. Una buona ventilazione del materasso aiuta a preservarlo. La ventilazione dipende dal tipo di materasso (schiuma, molle, lattice, ecc.) e dalla sua qualità. Se tendete a sudare molto, evitate i materassi di viscosa o viscoelastici (memory foam). Il lattice, d’altra parte, può essere interessante.

SCHIUMA, LATTICE O MOLLE?

Questa è la differenza fondamentale nella tecnologia tra i materassi, con le innovazioni con nomi promettenti che sono per lo più un hype di marketing.

Anche se la scelta è eminentemente soggettiva e il mercato è ancora dominato dai modelli in schiuma, i materassi a molle stanno guadagnando in comfort con l’aggiunta di strati di schiuma e, nel complesso, ora ammortizzano i movimenti così come i materassi in schiuma. Tuttavia, questo non significa che siano adatti a tutti: un materasso deve essere provato e ci si può sentire molto meglio su un materasso in schiuma o in lattice. Inoltre, un materasso a molle è meglio combinato con una base a molle. Questa è una spesa extra che si evita comprando un materasso di schiuma quando si ha una rete a doghe.

Materassi a molle o a sospensione

Materasso a molle

Venduti dal 2000, i materassi a molle insacchettate sono il tipo più comune sul mercato. Ogni molla è incassata individualmente, quindi ognuna reagisce individualmente alla pressione che riceve, fornendo una posizione di riposo indipendente. I sacchetti impediscono anche l’effetto rimbalzo. I materassi a molle tascabili sono anche ben ventilati.

Multi-molla

I materassi a più bobine sono stati sviluppati alla fine degli anni ’60. Sono costituiti da un filo d’acciaio continuo che attraversa tutto il materasso. Sono noti per la loro fermezza e forza. Tuttavia, se si dorme in due, i movimenti notturni possono diventare rapidamente un fastidio.

Molle biconiche o non insacchettate

I materassi a molle biconiche o senza tasche sono composti da molle a filo e da un’imbottitura di schiuma, cotone o lana. A differenza delle molle insacchettate, la pressione sul materasso si sente su tutta la superficie. Le molle possono anche fare rumore. Questo tipo di materasso non è quindi raccomandato per le persone che tendono a muoversi molto durante la notte.

Materassi in schiuma

Materassi in schiuma di poliestere

I materassi in schiuma di polietere sono prodotti entry-level. La loro durata di vita è relativamente breve. Reagiscono anche male all’umidità. Sono, tuttavia, molto adatti per i bambini o per lo spazio extra per dormire.

Materassi in schiuma di poliuretano

Il principale vantaggio dei materassi in poliuretano è la loro proprietà ipoallergenica. Tuttavia, lo svantaggio principale è la sua sensibilità all’umidità.

Esistono due tipi di materassi in poliuretano:

  • alta densità: questo tipo di materasso in schiuma ha generalmente una densità inferiore a 30 kg/m3. Dovrebbe essere usato occasionalmente;
  • alta resilienza: i materassi ad alta resilienza sono i migliori per il sonno quotidiano. Offrono un’esperienza di sonno più solida e tonica rispetto ai materassi in polietere. Questa schiuma è più ventilata e più resistente nel tempo.

Materassi in lattice

I materassi in lattice sono noti per la loro durata ed elasticità, che segue la forma del corpo. Le loro celle offrono una buona ventilazione. Questo tipo di materasso è quindi interessante per le persone che sudano molto di notte. Sono anche molto adatti a chi soffre di allergie, poiché il lattice non è molto favorevole agli acari della polvere. D’altra parte, i materassi in lattice sono generalmente abbastanza pesanti, quindi la presenza di maniglie può renderli più facili da maneggiare.

Materassi in lattice naturale

Il lattice naturale deriva dalla linfa dell’albero della gomma. I materassi di solito non sono fatti solo di lattice naturale.

Materassi in lattice sintetico

Il lattice sintetico è un derivato del petrolio. È più economico del lattice naturale.

DOVRESTI SCEGLIERE UN MATERASSO IN MEMORY FOAM?

I materassi in memory foam sono costituiti da schiuma viscoelastica sensibile al calore. La schiuma viscoelastica può essere usata su tutti i tipi di materassi, che siano a molle, in lattice o in schiuma. Questo tipo di materasso reagisce al calore del corpo e quindi si adatta alla forma del corpo di ogni dormiente. Se si cambia la posizione di riposo, il materasso ritorna alla sua forma originale e si adatta di nuovo. I materassi in memory foam sono nella fascia alta del mercato dei letti, spesso ad un prezzo elevato. Ci sono opinioni molto forti su di loro. Sono lodati per le loro incomparabili proprietà avvolgenti, che assicurano una buona qualità del sonno, oppure si lamentano di essere stretti e di non potersi muovere.

Questi modelli sono anche sensibili alla temperatura ambiente. La schiuma può ammorbidirsi quando fa molto caldo o indurirsi quando fa molto freddo. La schiuma viscoelastica rende anche più difficile la traspirazione del materasso. Questo tipo di materasso non è quindi raccomandato per le persone che sudano molto di notte.

LATO INVERNALE E LATO ESTIVO, UTILE?

In generale, il lato invernale ha un ticking (il tessuto che copre il materasso) leggermente più spesso e anche un’imbottitura leggermente maggiore. Ma questo non ha alcun effetto sul comfort, non si sente la differenza.

Detto questo, il lato estivo/invernale è di innegabile interesse. Ti incoraggia a girare il materasso almeno due volte all’anno, il che evita che l’imbottitura si depositi nel tempo. Cogliere l’opportunità di invertire le posizioni della testa e del piede aiuta anche a distribuire meglio la pressione.

Distinguere il lato invernale da quello estivo è facile: l’etichetta del materasso è cucita sul lato invernale. Si possono distinguere anche dal materiale del ticchettio. Questo può essere fatto di lana, cotone, lino, poliestere, ecc. A seconda del materiale utilizzato, offre diversi livelli di comfort (robusto, elastico, traspirante, ecc.). Ricordatevi di proteggere bene la copertura installando un coprimaterasso. Per i bambini piccoli, si può optare per una copertura impermeabile. Tuttavia, questo non è raccomandato per gli adulti: è inutile, impedirebbe al materasso di respirare e potrebbe farvi sentire caldo. Scegliete materiali traspiranti come il cotone o il lino.

MATERASSI ANTIACARO DELLA POLVERE E ANTIBATTERICI

Sia che pretendano di proteggere dagli acari della polvere o dai germi, la maggior parte dei materassi che pretendono di essere “anti” sono trattati chimicamente con biocidi che sono classificati come nocivi.

Que Choisir raccomanda di optare per una rete a doghe, di aspirare regolarmente il materasso, di evitare di surriscaldare la stanza e di arieggiare il letto ogni mattina con la finestra spalancata.

CHE VALORE HANNO LE ETICHETTE E LE CERTIFICAZIONI DEI MATERASSI?

Oeko-Tex 100, Sanitized, Confiance Textile… Queste etichette e certificazioni vietano l’uso di metalli pesanti e sostanze classificate come cancerogene. Tuttavia, non proteggono dalle allergie e dalle irritazioni della pelle causate dai trattamenti del materasso!

Oeko-Tex 100

L’etichetta Oeko-Tex 100 ha una carta molto permissiva… Permette biocidi allergenici come gli isotiazolinoni.

Confiance Textile

Confiance Textile si basa su Oeko-Tex 100 ed è quindi anche molto permissivo.

Sanitized

Sanitized utilizza trattamenti chimici sui suoi materassi. Questa marca utilizza varie sostanze che dovrebbero essere evitate:

zinco piritione, un composto chimico usato come agente antifungino e antibatterico che è molto irritante per la pelle;
permetrina, un insetticida che può causare irritazione della pelle e delle vie respiratorie ed è anche sospettato di essere un perturbatore endocrino;
isotiazolinoni, biocidi che possono causare allergie cutanee.

DIMENSIONI DEL MATERASSO

Materasso singolo

La misura standard di un materasso singolo è 90 x 190 cm. Ci sono anche letti singoli di 90 x 200 cm che sono più adatti agli adulti più alti.

Materasso doppio

La misura standard di un materasso matrimoniale è di 140 x 190 cm. Tuttavia, i materassi 160 x 190 cm sono sempre più disponibili e stanno diventando la misura standard.

Per un maggiore comfort, è anche possibile trovare materassi leggermente più lunghi (140 x 200 cm e 160 x 200 cm) o addirittura più larghi (180 x 200 cm).

Scegliendo le misure standard, si ha una scelta più ampia di biancheria da letto.

QUALE RETE DA LETTO SCEGLIERE?

La scelta del materasso dipende anche dal tipo di base.

Base a molla

La base a molla è meno solida della base a doghe. Offre un supporto forte e morbido. È adatto a tutti i tipi di materassi a molle (bi-conici, multi-molla o a molle insacchettate). Tuttavia, non è adatto a materassi in schiuma o in lattice.

Rete a doghe

La base a doghe offre un supporto solido e regolare. È adatto a tutti i tipi di materassi.

Base con doghe sollevabili

La base a doghe sollevabile – manuale o elettrica – è ideale per le persone con problemi di circolazione o vene varicose. Sollevare la testa può anche facilitare la respirazione alle persone che soffrono di allergie. Infine, la base a doghe sollevabile offre una maggiore mobilità per le persone con lievi disabilità. I materassi a molle dovrebbero essere evitati.

Molti produttori consigliano di cambiare il materasso e la rete a doghe allo stesso tempo per migliorare la longevità della biancheria da letto. Tuttavia, se la rete a doghe si adatta al materasso e non mostra segni di usura, non è necessario cambiarla.

Se il materasso è abbastanza spesso, la rete a doghe non cambierà le caratteristiche del materasso. Inoltre, ora ci sono materassi traspiranti che possono essere messi direttamente sul pavimento senza paura della muffa. Non è quindi più necessario investire in una rete da letto.

COME CURARE IL TUO MATERASSO?

È essenziale prendersi cura del proprio materasso, sia per motivi di igiene che per mantenerlo in buone condizioni.

  • Arieggiare la camera da letto ogni mattina.
  • Proteggi il tuo materasso con un coprimaterasso. Sceglietene uno traspirante: privilegiate i materiali naturali come il cotone. Per i bambini piccoli, scegliete una copertura impermeabile.
  • Cercate di mantenere la temperatura della stanza tra i 18 e i 20°C per evitare che i batteri crescano ancora più velocemente.
  • Ogni sei mesi, passate l’aspirapolvere sul vostro materasso con la spazzola o la bocchetta dell’aspirapolvere.
  • Pulire le macchie con un panno leggermente inumidito con acqua saponata. Asciugare con un asciugacapelli.
  • Girate regolarmente il vostro materasso: invertite la testa e i piedi; se è reversibile, cambiate il lato. Sappiate che alcuni materassi hanno zone di supporto per sostenere alcune parti del corpo come le spalle, il bacino o i polpacci. Se si cambia la faccia del materasso o si invertono i piedi, il materasso non sarà più in grado di sostenere correttamente queste zone.

QUANDO SI DOVREBBE CAMBIARE IL MATERASSO?

Quando il materasso è danneggiato, è importante cambiarlo per proteggere la tua salute e la tua schiena. I segni che dovrebbero mettervi in guardia sono

  • Svegliarsi regolarmente con dolore alla schiena;
  • l’impronta del tuo corpo sul materasso quando ti svegli;
  • un cedimento significativo del materasso.

QUANTO COSTA UN MATERASSO?

È possibile trovare materassi a tutti i prezzi, da poche centinaia di euro, come il materasso in memory foam Ikea Matrand (venduto a 349 euro), a più di 2.500 euro, come il materasso Cloud 21 di Tempur (2.521 euro). Tuttavia, alcuni test hanno dimostrato che i materassi che costano meno di 500 euro possono essere migliori in termini di comfort, supporto e resistenza all’invecchiamento rispetto ai modelli venduti a più di 2.000 euro.

Materassi a basso costo

Se stai cercando un materasso a basso costo, cerca un materasso in schiuma di polietere. Si possono trovare materassi entry-level a poco più di 100 euro per un materasso singolo standard e a circa 250 euro per un materasso matrimoniale standard.

Per dormire tutti i giorni con un budget limitato, i materassi in schiuma poliuretanica sono i migliori (budget tra 300€ per un materasso singolo e 600€ per un materasso matrimoniale). I materassi a molle biconiche sono anche molto convenienti, con prezzi che partono da 120 euro per un materasso 90 x 190 cm e da 200 euro per un materasso 140 x 190 cm.

Prezzi interessanti e promozioni fasulle

Periodi di saldi, venerdì nero o prezzi d’occasione… Le promozioni sui materassi sono molto comuni. Ma attenzione alle false promozioni! Confrontate i prezzi dei diversi modelli di materasso con diversi venditori prima di spendere.

DOVE COMPRARE UN MATERASSO?

Puoi comprare un materasso in un negozio o su Internet, ma la cosa migliore da fare è provarlo prima di acquistarlo.

In negozio

Il principale vantaggio di comprare un materasso in un negozio è la possibilità di confrontare e provare diversi materassi. Ma attenzione ai costi di trasporto o di consegna.

Online

Sempre più produttori vendono i loro materassi online, a volte anche in esclusiva. Tra i leader ci sono la marca americana Casper, la francese Tediber, la britannica Simba e Eve Sleep e la tedesca Emma Matelas.

Per adattarsi alle specificità di questo acquisto, i produttori offrono generalmente un centinaio di notti di prova. Ma se questa offerta è rassicurante, attenzione alle condizioni! La consegna è generalmente veloce e gratuita, ma alcune marche si attardano a riprendere il materasso e a rimborsarti. È quindi meglio provare il materasso prima di ordinarlo, in uno showroom o in un negozio partner.

Attenzione alle truffe! Vendite in fiere, negozi temporanei, vendite a domicilio, ecc. Ci sono molte truffe quando si tratta di vendere materassi.

Durata della garanzia

La maggior parte dei produttori garantiscono i loro materassi per una media di 5 anni, e fino a 25 anni per Ikea. Ma come regola generale, la garanzia non protegge dall’usura del materasso. Sono coperti solo i difetti di materiale o di fabbricazione. La garanzia di 25 anni dello specialista dei mobili è quindi poco utile, soprattutto perché la vita di un materasso è generalmente più breve. La garanzia non è quindi un criterio essenziale da prendere in considerazione. In caso di difetto, avete diritto a una garanzia di conformità di 24 mesi.