Gli scienziati mostrano come un buco nero supermassiccio ingoia le galassie

0 26

All’inizio della nascita dell’universo, che, secondo gli scienziati, ora ha 14 miliardi di anni, uno dei buchi neri supermassicci ha inghiottito sei galassie contemporaneamente.

L’evento, avvenuto 900 milioni di anni dopo il Big Bang, è stato registrato utilizzando il VLT Very Large Telescope, ha affermato l’European Southern Observatory.

Gli astrofisici hanno visto per la prima volta una rete così fitta di galassie in un periodo così precoce della vita dell’universo. La lontananza di questi oggetti dalla nostra galassia ci permette di considerarli come apparivano in quel primo miliardo di anni.

I ricercatori hanno anche fornito una spiegazione di come il buco nero è diventato supermassiccio. Secondo l’ipotesi delle Lettere di Astronomia e Astrofisica, ciò era dovuto alle strutture simili a ragni che si estendevano per un’enorme distanza, in cui finiva il buco nero. Le colossali riserve di gas in esse contenute “alimentavano” non solo il buco nero centrale, la cui massa è un miliardo in più di quella del Sole, ma erano sufficienti per la formazione stellare.

Il “web” stesso, racconta nuovamente l’articolo di News Liga, era formato dal più grande alone di materia oscura e invisibile.

I buchi neri sono formazioni incredibilmente dense, miliardi di volte più grandi della massa del Sole. Creano un’enorme attrazione e risucchiano la materia, inclusa la luce, distorcendo lo spazio-tempo.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.