I globalisti hanno iniziato il loro gioco. Adesso è il turno di Trump

0 49

Radicalmente davanti al suo rivale nei principali (per numero di elettori) stati, come il Texas e la Florida, Donald Trump ha ottenuto un vantaggio in molti altri stati tradizionalmente repubblicani votanti: ha preso Georgia, Pennsylvania, Michigan, Wisconsin e North Carolina, Natural News .

Secondo TGP, in Pennsylvania, Trump ha superato Biden di quasi 700mila voti, in Michigan di 300mila voti, in Wisconsin di 120mila voti. Ma, all’improvviso, nel cuore della notte, i Democratici si sono messi al lavoro, cercando di cambiare i risultati delle elezioni e fabbricando numeri di voto falsi in Michigan e Wisconsin. Per portare a termine la frode, i Democratici, agendo attraverso il loro popolo negli Stati Uniti, hanno chiuso amministrativamente i registri delle votazioni fino alle 3:30 del mattino e poi, magicamente dal nulla, Biden ha ottenuto + 200.000 voti senza un solo voto per Trump.

Ecco un trucco in corso:

I globalisti hanno iniziato il loro gioco. Adesso è il turno di Trump

Come dicono ora tutti i matematici all’unanimità, dal punto di vista della teoria della probabilità, questo è fondamentalmente impossibile. Tuttavia, nella magica notte dal 3 al 4 novembre, i miracoli sono continuati, anche nel Michigan, dove il numero di voti espressi per Biden è balzato a 138.000, SENZA UN SOLO VOTO PER TRUMP:

Pertanto, prima dell’arrivo delle schede per corrispondenza, sono stati espressi 2.200.902 voti per Trump e, dopo il conteggio delle schede per corrispondenza, Trump aveva ancora gli stessi 2.200.902 voti. Questo non accade e il fatto della falsificazione è ovvio, è ovvio …

Commento della redazione di The Big The One: Poiché è passato pochissimo tempo dalla chiusura dei seggi elettorali negli Stati Uniti, è difficile vedere l’intero volume delle falsificazioni: le persone guardano qua e là ei loro capelli si rizzano da quello che vedono.

Ad esempio, nello stato dell’Arizona, che avrebbe votato per Trump ma votato per Biden, centinaia di migliaia di schede elettorali Trump sono state invalidate perché piene di “inchiostro sbagliato” che confondeva la macchina elettorale. E quando hanno iniziato a scoprire chi aveva portato un lotto di “marcatori sbagliati” nello stato, si è scoperto che LORO SONO STATI DATI ALLA STAZIONE ELETTORALE:

E a Detroit, quando il conteggio dei voti per qualche ignoto motivo è stato interrotto, alcuni strani camion privati ​​hanno cominciato ad arrivare ai seggi elettorali , dai quali hanno poi cominciato a trasportare sacchi. E non appena i sacchi hanno raggiunto i seggi elettorali, Biden ha iniziato a vincere improvvisamente. E la città eroica di Detroit è lo stesso stato del Michigan, dove Trump aveva 2.200.902 voti prima dell’arrivo dei camion con le nuove schede, e dopo aver contato i voti per posta, Trump aveva ancora gli stessi 2.200.902 voti.

In generale, le falsificazioni sono evidenti e i pubblici ministeri statunitensi hanno tutte le ragioni per avviare processi per casi di tradimento, poiché anche con una valutazione superficiale è ovvio che le vittorie di Biden in molti stati erano false. E questa è una situazione senza precedenti non solo nella storia degli Stati Uniti, ma anche nella storia del mondo intero.

Di solito, l’attuale leader supremo è impegnato in ogni sorta di “caroselli” e di “schede corrette” nei paesi totalitari – ha tutte le risorse amministrative per questo. E qui l’opposizione è impegnata in falsificazioni. Probabilmente, se il signor Lukashenko fosse stato denunciato, le schede per la signora Tikhanovskaya sarebbero state portate ai seggi elettorali in vagoni – il potere in Bielorussia sarebbe cambiato in un paio di minuti, poiché Lukashenka avrebbe ricevuto un infarto o un ictus da tali notizie, o entrambi contemporaneamente.

Sotto i regimi totalitari, questo è impossibile, e questo mostra ancora una volta chiaramente che i padri fondatori degli Stati Uniti una volta hanno inventato un paese molto buono, con regole meravigliose, dove il capo dello stato non ha assolutamente alcun controllo sul processo elettorale. Cioè, se una persona si siede a Washington con l’intenzione di occupare un ufficio per 20 o 30 anni, non tanto la Costituzione degli Stati Uniti non lo consentirà, ma le regole del gioco inventate per il sistema politico americano.

Tuttavia, e tuttavia, oggi vediamo che le regole con le quali l’America ha scelto i presidenti per secoli sono seriamente fallite. Cioè, alcune persone stanno ora cercando di salire al potere senza avere un mandato da parte degli elettori, e il presidente degli Stati Uniti è chiuso nel suo ufficio e le sue mani sono legate nelle sue azioni. Ora i pubblici ministeri federali stanno inviando richieste ai responsabili dei servizi postali con la richiesta di denunciare la causa delle violazioni eclatanti, a cui i funzionari postali rispondono con lo stile di “chiama il mio avvocato”.

Forse i fondatori degli Stati Uniti avrebbero dovuto prevedere qualcosa di simile. Lo scenario attuale avrebbe dovuto essere previsto nella sede di Donald Trump. Pertanto, e molto probabilmente c’è una risposta a tali fatti di manipolazione nelle regole del gioco dello stato americano. Ora la mossa del cavaliere è stata fatta da giocatori di scacchi californiani, quindi la prossima mossa è per Trump. Come camminerà, con quale pezzo e dove? O prenderà una scacchiera e inizierà a battere sulla testa giocatori senza scrupoli?

Nessuno conosce ancora la risposta a queste domande, quindi non resta che seguire lo sviluppo degli eventi.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.