Il mistero della famosa mappa di Piri Reis non è stato ancora risolto

0 133

Nel 1929, un gruppo di storici scoprì un’incredibile mappa dipinta sulla pelle di una gazzella. La ricerca ha dimostrato che si tratta di un documento originale disegnato nel 1513 da Piri Reis, un famoso ammiraglio della flotta turca del XVI secolo.

La sua passione era la cartografia e il suo alto grado nelle forze navali turche gli diede un accesso privilegiato alla Biblioteca reale di Costantinopoli.

Reis ha ammesso in una serie di voci di mappa di aver riassunto e copiato i dati da un gran numero di altre mappe, alcune delle quali risalgono al 4 ° secolo aC e anche prima.

La mappa di Piri Reis mostra la costa occidentale dell’Africa, la costa orientale del Sud America e la costa settentrionale dell’Antartide, con la costa settentrionale dell’Antartide splendidamente dettagliata. Allo stesso tempo, la cosa più sorprendente non è come Reis sia riuscito a disegnare una mappa così accurata dell’Antartide 300 anni prima della sua scoperta, ma il fatto che questa mappa mostri la costa di PODO con il ghiaccio. Le prove geologiche mostrano che l’ultima volta che Queen Maud Land è stata libera dai ghiacci è stato quattromila anni prima della nostra era.

Il mistero della famosa mappa di Piri Reis non è stato ancora risolto

E la scienza ufficiale afferma che il guscio di ghiaccio copre l’Antartide da circa un milione di anni.

La mappa di Piri Reis mostra chiaramente che la parte settentrionale di questo continente è stata mappata anche prima che fosse ricoperta di ghiaccio.

Studi ulteriori e più accurati hanno dimostrato che l’ultimo periodo in cui l’Antartide era libera dai ghiacci è terminato circa 6mila anni fa. Oggi ci sono ancora dubbi su quando iniziò questo periodo senza ghiaccio e il suo punto di partenza si colloca nell’intervallo dal 13 al 9mila anni a.C.

Quindi la domanda è: chi ha mappato la Queen Maud Land in Antartide 6.000 anni fa? Quale civiltà sconosciuta aveva la tecnologia o la necessità per farlo?

È noto che secondo la storia tradizionale, la prima civiltà umana apparve in Medio Oriente intorno al 3000 a.C., seguita per mille anni dalla civiltà cinese e dalla valle dell’Indo. Quindi, nessuna civiltà a noi nota potrebbe fare questo tipo di lavoro. Allora chi c’era qui 4000 mila anni prima di Cristo, chi è stato in grado di fare cose che possiamo ripetere solo ora e con l’aiuto della tecnologia moderna?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.