ISS – Stazione di localizzazione UFO

0 152

Per più di 20 anni, la Stazione Spaziale InternazionaleISS – ha permesso all’umanità di impegnarsi nell’esplorazione spaziale mentre si trovava nell’orbita terrestre. È possibile che per tutto questo tempo non solo le persone stessero studiando l’Universo, ma anche che l’Universo stesse studiando le persone. Recentemente, sono stati visti sempre più UFO vicino alla ISS. Probabilmente venivano avvistati anche prima, nel silenzio degl’occupanti della Stazione Spaziale. Ma ora è sempre più difficile nascondere la verità.

ISS – Sorridi, ti stanno filmando!

La maggior parte dei ricercatori interessati alle osservazioni spaziali sa bene che le telecamere installate sulla ISS trasmettono immagini sulla Terra 24 ore su 24, in tempo reale. Chiunque può familiarizzare con questi frame visitando siti Internet specializzati.

Che interesse c’è ha guardare in un abisso oscuro, dove per una persona lontana dalla ricerca astronomica, non accade nulla di interessante? Ma pensarlo è un grosso errore. Il fatto è che negli ultimi anni, gli ufologi hanno contato più di 30 casi in cui veicoli volanti non identificati sono caduti nelle lenti delle telecamere della ISS. È vero, ogni volta durante tali incidenti, la trasmissione video per qualche motivo è stata interrotta bruscamente.

Questo fatto ha permesso agli ufologi di concludere che le agenzie spaziali internazionali stanno almeno nascondendo qualcosa. I sospetti si sono intensificati 2 anni fa, quando, sul suggerimento di alcuni scienziati americani, tutte le foto e le videocamere sulla ISS sono state sostituite con altre più avanzate. Le nuove telecamere sono in grado di registrare fino a 1000 fotogrammi al secondo e, cosa più importante, sono in grado di distinguere i detriti spaziali dagli oggetti naturali, oltre a misurarne la massa e le dimensioni. A questo proposito, tra gli ufologi, è sorta l’ipotesi che un’attrezzatura così avanzata fosse necessaria per un motivo ben preciso. È possibile che i governi della Terra si stiano preparando, se non alla guerra, all’incontro massiccio con ufo e civiltà extraterrestri, per cui i movimenti nello spazio vicino alla Terra devono essere attentamente monitorati.

Astronavi verdi

La modernizzazione delle telecamere ha dato i suoi frutti: gli UFO multicolori hanno iniziato a essere registrati vicino alla ISS. In particolare, il 29 marzo 2020, la telecamera della stazione ha filmato un oggetto volante non identificato, luccicante di tutti i colori dell’arcobaleno. Allo stesso tempo, l’immagine del misterioso oggetto all’inizio era abbastanza chiara. Ma dopo pochi secondi, la trasmissione online è stata interrotta bruscamente. Invece di un UFO, sugli schermi dei monitor apparve una perdita di segnale. Ovviamente gli esperti della NASA, vedendo anche un UFO nell’inquadratura, si sono affrettati a disattivare la trasmissione.

Di esempi di questo genere ne siamo pieni. Il 14 febbraio 2020, durante la passeggiata di un astronauta nello spazio aperto, la telecamera della stazione ha registrato un oggetto che sembrava un’astronave aliena, a forma di chiodo. Per un pò, la navicella aliena, se lo era, si è lasciata filmare e poi lentamente è scomparsa nello spazio.

Molto probabilmente, su di esso è stato attivato un certo sistema, che ha permesso di mascherarsi dalle telecamere di sicurezza della ISS (a proposito, tecnologie simili sono state sviluppate sulla Terra fin dagli anni ’40 – per creare l’effetto di invisibilità delle attrezzature militari). Secondo il famoso ufologo Scott Waring, un oggetto brillantemente luminoso è passato dall’ISS il 17 gennaio 2020. È curioso che gli UFO verdi siano sempre più spesso registrati vicino alla ISS. Nel pomeriggio del 22 gennaio 2020, la telecamera della stazione ha trasmesso alla Terra un’immagine di un grande oggetto infuocato che sembra bruciare emettento una luce smeraldo. Come di solito accade in questi casi, l’immagine è subito scomparsa a causa di un “glitch tecnico”. Un mese dopo, il 21 febbraio, diversi UFO con una luminosita verde sono passati dalla ISS verso la Terra, colpendo le lenti delle telecamere.

Con i miei occhi

Dato il crescente interesse del pubblico per gli UFO che volano attorno alla terra e all’ISS, le agenzie spaziali dei più grandi paesi del mondo non potevano stare lontane dalla discussione su questo argomento. La situazione è stata aggravata dal fatto che tutti i casi descritti sono stati documentati con l’aiuto di video e foto, in relazione ai quali è diventato impossibile accusare gli ufologi di fantasie infruttuose. Di conseguenza, è apparsa una versione ufficiale degli eventi, secondo la quale tutti gli UFO che sono caduti negli obiettivi delle telecamere della ISS sono stati riconosciuti come detriti spaziali. Ma, per usare un eufemismo, non ha resistito a nessuna critica, perché in precedenza sulla ISS era stata appositamente installata una telecamera in grado di separare le mosche dalle cotolette, cioè distinguere i detriti spaziali da altri oggetti.

Ad esempio, nell’agosto 2013, l’astronauta Chris Cassidy ha detto alla stampa di aver visto un oggetto spaziale non identificato vicino alla stazione. È vero, poco dopo si è rimangiata le sue parole e ha dichiarato che aveva scambiato la copertura dell’antenna per un UFO. Mi chiedo perché abbia cambiato la sua “testimonianza”? Forse perché era sotto pressione?

Fortunatamente, Cassidy non è stata l’unica testimone oculare. Nell’ottobre 2014, gli ingegneri di volo ReedWaysman e Alexander Gerst, durante i lavori di riparazione nello spazio aperto, hanno notato due oggetti spaziali non identificati contemporaneamente. Questa volta, entrambi gli UFO sono stati registrati sulla telecamera e la NASA ha confermato la realtà di questi fotogrammi per la prima volta nella storia.

Inoltre, l’agenzia ha ammesso di non essere in grado di spiegare cosa fosse. Ma soprattutto, la comunità mondiale è rimasta colpita dall’astronauta Samantha Cristoforetti, la quale, durante le riprese di un video sulla riparazione della ISS nel 2017, ha filmato accidentalmente un volo di diversi UFO sulle telecamere. Successivamente, questo video è stato ampiamente diffuso sui siti ufologici del mondo, provocando un’ampia discussione, durante la quale gli esperti hanno convenuto che il video aveva catturato astronavi aliene …

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.