La collisione tra Andromeda e la Via Lattea è già iniziata

0 354

Tra circa 4 miliardi di anni, la galassia di Andromeda entrerà finalmente in collisione con la nostra galassia della Via Lattea, il che porterà a un lampo luminoso e, secondo gli scienziati, alla formazione di una nuova galassia. Questa non è una novità: gli astronomi hanno appreso della collisione imminente nel secolo scorso, è stata discussa in molti libri popolari e il team che lavora con il telescopio spaziale Hubble ha persino realizzato bellissime illustrazioni di come sarebbe l’esplosione imminente. Ma questa storia ha una svolta inaspettata. All’inizio di questa settimana, i ricercatori che lavorano a un progetto di mappatura del cielo chiamato AMIGA hanno riferito che le prime fasi di una collisione tra Andromeda e la Via Lattea si verificheranno molto prima. Se guardi da vicino il cielo notturno, puoi vederlo … perché la collisione tra Andromeda e la Via Lattea è già iniziata.

Collisione della Via Lattea con la galassia di Andromeda

Il motivo per cui la collisione si verifica diversi miliardi di anni prima del previsto è perché la galassia di Andromeda è molto più grande di quanto sembri. Il luminoso disco stellare di questa galassia è largo circa 120.000 anni luce, leggermente più grande della Via Lattea. Negli ultimi anni, l’esplorazione di Andromeda utilizzando telescopi giganti ha rivelato una vasta popolazione di stelle, portando il suo diametro totale a circa 200.000 anni luce. Tuttavia, questo non è niente rispetto alle ultime ricerche.

Nicholas Lehner dell’Università di Notre Dame ei suoi colleghi hanno stabilito che l’alone di Andromeda – il suo guscio esterno di sottile gas caldo, simile a una “atmosfera galattica” – si trova a 2 milioni di anni luce dal suo centro. Il team del progetto AMIGA ha anche rivelato che il guscio è diviso in due strati: quello interno, dove imperversano le esplosioni di supernova, e quello esterno, che è molto più silenzioso.

La Via Lattea è molto simile ad Andromeda per dimensioni e struttura, questo è diventato noto non molto tempo fa. Ciò significa che l’alone della Via Lattea è simile a quello di Andromeda. Andromeda dista 2,5 milioni di anni luce dalla Via Lattea. E se ciascuna di queste galassie ha un alone che si estende per 1-2 milioni di anni luce in tutte le direzioni, il loro contatto è già iniziato.

Che aspetto ha la galassia di Andromeda?
Se potessi avere una visione completa della galassia di Andromeda, sembrerebbe incredibilmente grande nel cielo. Il disco della galassia è visibile ad occhio nudo come un punto sfocato di circa metà della larghezza della nostra Luna. Le immagini a lunga esposizione scattate con i telescopi mostrano deboli bracci a spirale esterni che aumentano notevolmente di dimensioni.

Ma l’alone di Andromeda non è visibile nemmeno nel telescopio più grande. Tuttavia, a causa del fatto che i quasar con il loro bagliore lo “illuminano” da dietro, gli scienziati sono stati in grado di esplorare quest’area.

Se i tuoi occhi potessero distinguere il bagliore diffuso di questo gas caldo che ribolle intorno ad Andromeda, vedresti che questa galassia occupa già un terzo del nostro cielo.

Come vedere un’altra galassia?

L’intuizione umana impone che gli oggetti astronomici distanti dovrebbero apparire più piccoli nel cielo rispetto agli oggetti vicini. Ma l’intuizione, di regola, non è il miglior assistente quando si lavora con scale e strutture non familiari dell’Universo distante. Nel nostro sistema solare, solo il Sole, la Luna e le comete casuali hanno una dimensione pronunciata che può essere vista ad occhio nudo. I pianeti sono solo punti.

Ma se vai ancora oltre, tutto inizierà a cambiare. Man mano che la distanza aumenta, gli oggetti si ingrandiscono ancora più velocemente, quindi appaiono molto più grandi.

Questo modello continua con la distanza dalla Terra. Il grande ammasso di galassie più vicino è l’ammasso della Vergine, che contiene circa 1.500 galassie; è così grande che riempie l’intera costellazione da cui prende il nome. L’ammasso della Vergine fa parte del più grande ammasso della Vergine, che include la nostra Via Lattea. Il Virgo Supercluster, a sua volta, è un sottoinsieme di un superammasso ancora più grande chiamato Laniakea, una delle strutture più grandi dell’universo conosciuto.

Prendiamo, ad esempio, la recente cometa NEOWISE che potrebbe essere osservata dalla Terra. La parte solida della cometa è minuscola, larga non più di 5 chilometri, come l’abbiamo vista? Il fatto è che il gas e la polvere che “sono evaporati” dalla cometa e hanno formato la sua impronta comune nell’ambiente – si sono diffusi un milione di volte.

Cosa succederà alla Terra dopo la collisione delle galassie?

Nella sua forma attuale, la collisione della Via Lattea e di Andromeda non rappresenta un pericolo per noi. Ma cosa succederà quando le galassie si avvicineranno l’una all’altra? Entrambe le galassie saranno attratte l’una dall’altra fino a quando i buchi neri nei loro centri alla fine si fonderanno in uno solo. Una volta che ciò accadrà, il nostro sistema solare diventerà parte di una galassia completamente diversa: l’ellittica.

Al momento, la galassia di Andromeda si sta muovendo verso la Via Lattea a una velocità di 400.000 chilometri all’ora. A questa velocità, il globo può essere girato in soli 6 minuti.

Gli esperti ritengono che, nonostante un evento di così vasta portata, la Terra sopravviverà. Insieme al resto del sistema solare. Gli scienziati presumono che il nostro pianeta difficilmente sarà influenzato da questo collasso intergalattico, poiché entrambe le galassie hanno molto spazio libero. Tuttavia, sarà molto interessante osservare l’evento dalla Terra.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.