La Francia si prepara a testare il suo missile ipersonico V-Max!

la Francia è una delle nazioni più militarizzate al mondo. Prevede quindi, come altri, di testare missili ipersonici. Tuttavia, l'esercito del nostro paese potrebbe presto testare il V-Max, sviluppato da ArianeGroup.

0 50

Non è uno scoop: la Francia è una delle nazioni più militarizzate al mondo. Prevede quindi, come altri, di testare missili ipersonici. Tuttavia, l’esercito del nostro paese potrebbe presto testare il V-Max, sviluppato da ArianeGroup.

Alcuni dubbi aleggiano

Nel febbraio 2019, abbiamo accennato al fatto che la Francia voleva dotarsi di un aliante ipersonico – il V-Max – nel prossimo futuro. Si trattava di entrare nel gruppo molto ristretto di paesi che padroneggiano questo tipo di tecnologia, vale a dire Stati Uniti, Cina, Russia e India. Secondo il ministro delle Forze Armate Florence Parly, il primo manifestante dovrebbe decollare nel 2021.

“La DGA ha notificato un contratto di studio ad ArianeGroup, che sarà basato sulla ricerca di Onera, per produrre un prototipo di aliante ipersonico entro il 2021. Inviato da un razzo che suona, l’aliante senza propulsione deve rimbalzare sugli strati dell’atmosfera a un velocità maggiore di Mach 5 ”, ha spiegato Joël Barre della Direzione generale degli armamenti (DGA).

Come recentemente spiegato da diverse fonti tra cui The Drive e Opex360 , la Francia sta per testare il V-Max. L’esercito del nostro paese ha emesso avvisi di navigazione e questo potrebbe preannunciare il primo test di questa macchina. Tuttavia, il consulente Marco Langbroek dell’Università di Leiden (Paesi Bassi) ha annunciato su Twitter (vedi sotto) che questi avvertimenti potrebbero riguardare anche una nuova versione dell’M51 (l’M51.3), già un missile mare-superficie. balistica strategica nota (MSBS).

Un mistero dissipato nelle prossime settimane

Tra le aree individuate, quella situata più a est sembra riguardare il sito di prova DGA nelle Landes. D’altra parte, quella più occidentale è vicino alle Bermuda e quindi si allontana dalla traiettoria di un possibile proiettile balistico. In altre parole, è possibile che stiamo assistendo a un test diverso da quello fornito dal sottomarino nucleare Le Téméraire nel 2020 con il missile M51.2. Potrebbe quindi essere una submunizione lanciata da un razzo tradizionale, una descrizione più aderente a quella formulata da Joël Barre nel 2019. Ad ogni modo, l’esercito francese ha emesso le sue allerte il 27 aprile e queste sono entrate in vigore per tre settimane. L’attuale mistero dovrebbe quindi essere chiarito nei prossimi giorni.

Infine, ricordiamo lo stesso che alcuni esperti, incluso il fisico del MIT David Wright, sono piuttosto scettici sull’efficacia promessa dai missili ipersonici . Secondo l’interessato, questi missili non rappresenteranno una rivoluzione – o addirittura un’evoluzione – nonostante la comparsa di alcune nuove funzionalità. Le sue simulazioni al computer hanno dimostrato che i percorsi intercontinentali dei missili ipersonici sono più lunghi di quelli dei loro equivalenti balistici.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.