La “piramide di Cheope” potrebbe avere 237 mila anni?

0 14

Molti di voi hanno probabilmente letto la versione che nelle dimensioni e nelle proporzioni della piramide di Cheope, alcuni parametri della Terra e la conoscenza segreta di antiche civiltà sono “crittografati”. Due o tre secoli fa (incluso, ad esempio, Isaac Newton) e molti scienziati del XIX e XX secolo cercarono ancora di decifrare tutti questi segreti.

In particolare, molti hanno cercato di determinare la lunghezza, ecc. “Cubito sacro” (“cubito piramidale”) – misure della lunghezza degli architetti e costruttori della piramide, che presumibilmente era anche la chiave di molti dei suoi segreti.

Quindi, su Internet si possono trovare pubblicazioni di divulgatori moderni, che affermano, in particolare, che il numero ottenuto dividendo la lunghezza della base della piramide di Cheope per la lunghezza di questo “cubito piramidale” è molto vicino alla durata media dell’anno tropicale moderno.

Un modo interessante per datare l’età della piramide

L’essenza di questo metodo è la seguente:  se gli architetti della piramide hanno davvero criptato nelle sue proporzioni la durata del loro anno, allora, visto il rallentamento della rotazione terrestre, si può calcolare l’età della piramide. Ad esempio, se la durata dell’anno al momento della costruzione della piramide era 0,01 giorni inferiore rispetto ai nostri tempi, quindi, conoscendo il tasso di decelerazione della rotazione terrestre (1,8 millisecondi per 100 anni), è possibile calcolare quando era.

Ma non affrettarti ai calcoli! Ci sono “insidie” (che, tra l’altro, non sono state prese in considerazione in questa teoria).

La Terra non solo rallenta la sua rotazione, ma aumenta anche di dimensioni

“Nel tempo, il raggio del globo, l’area della superficie e la massa aumentano. E più grande diventa la Terra, più velocemente cresce. Empiricamente, secondo varie fonti, è stata stabilita una legge esponenziale dell’aumento del raggio del globo nel tempo. Attualmente, il tasso di crescita della Terra è al massimo e il raggio della Terra aumenta di almeno 2 centimetri all’anno “.

È anche possibile che decine o centinaia di migliaia di anni fa, il raggio della Terra sia aumentato più velocemente che nel nostro tempo (e potrebbe cambiare anche più velocemente durante gli anni delle catastrofi planetarie (come circa 10 800 anni fa aC).

Enigmi del “gomito piramidale”: Isaac Newton e Khesi-Ra

Ma questo significa che il misterioso “gomito piramidale” durante la costruzione della piramide, se era una decimilionesima parte del raggio terrestre (come credevano molti dei suoi ricercatori), non era dal raggio attuale, ma da quello sono stati molti millenni (o anche decine di millenni), – durante la costruzione della piramide. Alcuni scienziati lo hanno capito anche nel XIX secolo. Così, il noto storico ed educatore James Bonwick (1811-1906) scrisse nel 1877 nel suo libro:

“Isaac Newton ha scritto un’opera in latino intitolata” Il sacro gomito degli ebrei e i gomiti di alcuni popoli in cui, secondo le misure della più grande piramide egizia, realizzate dal signor John Greaves, si stabilisce l’antico gomito di Memphis ” , dove, in particolare, notò che  nell’Antico Egitto la lunghezza del gomito prima di 0,5 m, a quanto pare, era preceduta da un’altra, più lunga, che poteva essere di circa 63,5 cm. “

E poi James Bonwick scrive del libro dell’educatore scientifico americano John Taylor “La Grande Piramide: chi è stata costruita e per quale scopo?” (pubblicato nel 1856), in particolare:

“… Il signor Taylor ci confonde con la sua affermazione che la  lunghezza del gomito (piramidale) prima del Diluvio era di 24,9 pollici (63,25 cm), e dopo questa catastrofe iniziò ad essere uguale a 25 pollici (63,5 cm.)  E sia il gomito, secondo il signor Taylor, sono stati inviati … Il signor Taylor suggerisce che il diluvio ha avuto sul mondo un effetto così devastante – sebbene i geologi e non siano riusciti a trovare almeno una prova tangibile che si sia verificata un’inondazione – che il il diametro della Terra è diventato più piccolo di quasi 59,55 km rispetto all’antidiluviano “.

Esistono antiche raffigurazioni egizie di persone con questo misterioso “gomito piramidale”? Oltre al capo sacerdote di Eliopoli, il leggendario Imhotep, un altro nome è associato alla costruzione (o alla riparazione) delle piramidi sotto Cheope, forse meno conosciute, ma non per questo meno grandi.

Khesi-Ra, “il capo dei dottori, il sacerdote di Horus, l’architetto capo del faraone, il capo supremo dei dieci del sud” – questo non è un elenco completo delle sue insegne, noto dagli studi del suo personale tomba, che è stata conservata.

Khesi-Ra è considerato da alcuni il principale “progettista” delle Grandi Piramidi (o, aggiungiamo noi, l’ingegnere capo per la riparazione e il restauro). Khesi-Ra conosceva i segreti delle proporzioni, sezioni d’oro, secondo le quali venivano costruite le piramidi.

Le immagini sui pannelli-tavole di Khesi-Ra (vedi figura sotto) rappresentano un intero spettro, un canone sviluppato di sezioni auree – varie misure che sono state utilizzate nella costruzione (o restauro) delle piramidi. Queste misure erano associate non solo alle sezioni d’oro, ma crittografavano anche molte delle conoscenze dei sacerdoti dell’Alto e del Basso Egitto.

L’architetto del restauro della piramide sotto il faraone Cheope Khesi-Ra con strumenti e un righello – “gomito”. Una placca di cedro raffigurante Hesi-Ra dalla sua tomba (foto dall’articolo di Wikipedia “Hesyra”, Autore: Hesy-Ra_CG1426.jpg: Utente: GDK: James Edward Quibell († 5. giugno 1935) opera derivata: JMCC1 (discorso) – Hesy -Ra_CG1426.jpg, dominio pubblico

Ma qual era la lunghezza del “gomito piramidale” durante la costruzione delle piramidi? Quindi, un circolo vizioso? Per calcolare la lunghezza dell’anno del tempo di costruzione, codificata nella lunghezza della base della piramide, è necessario conoscere la lunghezza del “cubito piramidale”, ma questa stessa dina può dipendere da quando è stata eretta la piramide!

Prendiamo il toro per le corna!

E partiamo dal fatto che il “gomito piramidale” come misura di lunghezza doveva adattarsi un numero intero di volte almeno una (molto probabilmente nella “base”) della piramide. Inoltre, molto probabilmente la sua lunghezza non differiva molto da quella accettata da molti egittologi dal 19 ° secolo (e ancora) (nel libro di James Bonwick sono elencati molti altri nomi, ad eccezione di Taylor).

In generale, la misura della lunghezza “cubito” in quel secolo non era ancora stata dimenticata in Europa: ad esempio, nel libro di testo di fisica del 1831 (vedi l’articolo di Wikipedia “Gomito”), le lunghezze del “cubito” sono riportate in più di dieci città dell’Europa occidentale e la maggior parte di questi “cubiti” ha una lunghezza da 59 a 69 cm.

Quindi, stiamo cercando un “gomito piramidale” lungo circa 63 cm, che si inserisce un numero intero di volte in uno dei quattro lati della base della piramide. Secondo Wikipedia (articolo “Piramide di Cheope”), la loro lunghezza è la seguente: nord – 230,253 m; sud – 230,454 m; ovest – 230,357 m; est – 230,394 m. Notare anche qui che la lunghezza della costola laterale (inizialmente): 230,33 m (secondo i calcoli), secondo l’articolo di Wikipedia “Piramide di Cheope”.

È logico prendere il lato nord come quello di appoggio, e scopriremo facilmente che il “gomito piramidale” lungo 0,63083 m si adatta alla lunghezza della base nord … esattamente 365 volte!  – Un buon inizio per prendere d’assalto questo puzzle!

Il prossimo lato più importante della piramide è quello orientale. Se non altro perché lì sorgono il Sole e Sirio (annunciando l’inondazione del Nilo). Quindi la durata media di un anno durante la costruzione della piramide = 230,394 \ 0,63083 = 365,2235943.

Qual è la durata dell’anno tropicale nel nostro secolo? In Wikipedia (nell’articolo “Tropical Year”) possiamo vedere i seguenti dati (per il 2000):

Tra due equinozi di marzo: 365,242374 giorni

Tra due solstizi di giugno: 365,241626 giorni

Tra due equinozi di settembre% 365,242018 giorni

Tra due solstizi di dicembre: 365,242740 giorni

Come sapete, nell’antico Egitto il capodanno iniziava in estate (con l’alluvione del Nilo). Pertanto, dobbiamo prendere il numero nella seconda riga (tra i due solstizi di giugno), ovvero 365,241626 giorni.

Il rallentamento rispetto alla durata media attuale è di 365,241626 meno 365,2235943 = 0,018031 giorni, ovvero quasi esattamente 1558 secondi. Ora ricorda che il tasso di decelerazione della rotazione terrestre è di 1,8 millisecondi al giorno ogni 100 anni.

Ciò significa che ogni 100 anni la durata dell’anno tropicale aumenta di 0,0018 x 365,23 = 0,6574 secondi. Di conseguenza, 1558 secondi scorrono su 2369,94 secoli = 236.994 anni … Beh, per un conteggio completo, 237.000 anni fa!

Conclusioni e discussione del risultato

Quindi la piramide di Cheope è stata eretta 237.000 anni fa?

Si noti, tuttavia, che l’accuratezza del metodo proposto dipende molto dall’accuratezza nel determinare le lunghezze iniziali delle basi della piramide: con una lunghezza media di base di circa 230,36 metri, un errore di 0,5 cm cambia il risultato di circa 100.000 anni. Nella maggior parte delle fonti, in base alle dimensioni delle piramidi, sono indicate con una precisione di un centimetro (nell’articolo di Wikipedia “Piramide di Cheope” – fino a un millimetro).

Se assumiamo che le lunghezze iniziali siano impostate con una precisione di mm, l’errore dei nostri calcoli sarebbe di circa più / meno 20.000 anni, ma piuttosto dovremmo concentrarci su un errore di 0,5 cm. Quindi, con una precisione nel determinare le lunghezze iniziali della base di 0, 5 cm è più corretto dire che la piramide è stata eretta entro 137-337 mila anni fa.  E questo è previsto che la decelerazione della rotazione terrestre durante tutte queste centinaia di migliaia di anni sia rimasta uguale a circa 1,8 ms / giorno per 100 anni!

Tuttavia, questo è un risultato interessante. Questo periodo nella storia della Terra (137-337 mila anni fa) è l’emergere dei Cro-Magnon (ed Eva mitocondriale) in Sud Africa, e quindi (circa 100.000 anni fa) la loro uscita attraverso il territorio dei giorni nostri Dall’Egitto all’Eurasia. In generale, non c’è dubbio che i Cro-Magnon abbiano raggiunto il territorio dell’attuale Egitto dal Sud Africa non oltre il limite superiore del tempo dell’erezione della piramide, che abbiamo determinato.

Se prendiamo in considerazione la nostra ipotesi che i Cro-Magnon fossero in realtà i primi Sumeri creati dai loro maestri (Anunnaki) per aiutare nel loro lavoro (estrazione mineraria in Sud Africa), se teniamo anche conto di questo, allora possiamo proporre e la versione sullo scopo della creazione di queste piramidi, e che furono gli Anunnaki a costruirle allora.

Ma cosa possono mostrare le basi occidentale e meridionale della piramide? Suppongo che un calcolo simile a quello effettuato nell’articolo sulla base occidentale mostrerà l’ora di arrivo degli alieni sulla Terra (circa 420.000 a.C.), e sulla base meridionale (la più lunga, 230, 454 m), il il calcolo mostrerà un certo confine in futuro, che i creatori della piramide consideravano importante per la Terra (per l’umanità, o per la loro permanenza qui).

Nel corso della sua esistenza, la piramide è stata probabilmente più volte revisionata e restaurata (e forse più spesso); l’ultima volta nel terzo millennio aC, durante il regno del faraone Cheope.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.