L’idolo Shigir è due volte più vecchio delle piramidi egizie

0 111

L’idolo Shigir la scultura in legno più antica del mondo ha già 11.000 anni!

A Ekaterinburg sono stati pubblicati i risultati sensazionali dello studio del Grande idolo Shigirskiy, che è conservato nel Museo regionale delle tradizioni locali di Sverdlovsk (Museo di storia e archeologia degli Urali medi, Lenin Avenue, 69/10). La ricerca si è svolta in uno dei migliori laboratori al mondo in Germania. Hanno dimostrato che l’idolo è davvero la più antica scultura in legno del mondo. Secondo gli scienziati tedeschi, il manufatto ha 11.000 anni. Sono 1.500 anni in più di quanto si pensasse in precedenza! A proposito, l’idolo è due volte più vecchio delle piramidi egizie.

Ricerca è stata effettuata per determinare l’età esatta della scultura e per ottenere il riconoscimento scientifico. Fino a poco tempo non potevamo eseguire un simile esame, questa è una procedura molto costosa. Pertanto, quando i nostri colleghi tedeschi si sono offerti di assumerci tutti gli obblighi finanziari, abbiamo immediatamente accettato, – ha affermato Natalya Vetrova, direttore generale del Museo delle tradizioni locali di Sverdlovsk.

Nel giugno 2014, gli scienziati hanno rimosso un frammento dell’idolo per determinarne meglio l’età. Allo stesso tempo, hanno preso una particella microscopica di rarità – letteralmente un frammento – per la più moderna analisi al radiocarbonio. Il peso dei campioni non era superiore a due grammi. Un acceso dibattito si è subito acceso nella comunità scientifica: si dice che questo potrebbe danneggiare l’antico monumento. Il Ministero della Cultura regionale ha creato una commissione speciale, che comprendeva 14 importanti restauratori e archeologi. Gli scienziati si sono consultati e sono giunti alla conclusione che non è stato fatto alcun danno alla scultura.

Nonostante il parere della comunità scientifica, quest’estate lo scandalo museale si è acceso con rinnovato vigore. Il comitato investigativo ha aperto un procedimento penale sul fatto di danni all’idolo del Grande Shigir.

– È stato preliminarmente stabilito che una mostra museale di valore culturale è composta da dieci frammenti separati. Il frammento inferiore del reperto si è rivelato segato in due parti e quindi danneggiato, – ha commentato in precedenza il servizio stampa della direzione investigativa regionale del TFR.

Gli stessi operatori culturali non commentano l’avvio del procedimento penale. Tuttavia, Natalya Vetrova assicura che tutte le ricerche sono state effettuate in conformità con la legge federale n. 54 “Sul fondo dei musei e dei musei della Federazione Russa”, che obbliga a condurre ricerche scientifiche con le mostre.

Il fatto che l’esame dell’idolo fosse necessario è affermato anche da altri scienziati, tra cui il luminare mondiale Thomas Terberger, che ha condotto lo studio del manufatto.

“Abbiamo esaminato sette pezzi di legno per ottenere una data precisa. Ciascuno di peso inferiore a 0,3 grammi. Ciò è diventato possibile grazie alle ultime tecnologie, disponibili solo in pochi laboratori in Europa. I risultati più attendibili sono stati ottenuti esaminando i frammenti dall’interno della canna. Determinare l’età di un idolo è molto importante per comprendere lo sviluppo dell’arte in Eurasia. Possiamo dire che il rapido sviluppo dell’arte del mondo antico ha avuto luogo non solo in Medio Oriente (come si credeva in precedenza), ma anche negli Urali, – ha sottolineato lo scienziato tedesco.

L’idolo Shigir è la più grande e antica scultura in legno sopravvissuta conosciuta dall’umanità. Scoperto nel 1890 in una torbiera vicino a Kirovgrad, a una profondità di quattro metri. L’idolo si è letteralmente sbriciolato nelle mani e da sotto gli strati di torba è stato estratto in parti. C’erano dieci frammenti in totale. L’altezza dell’idolo è di circa cinque metri, anche se la metà inferiore del corpo, lunga 193 centimetri, è andata perduta.

In epoca sovietica, l’idolo era conservato nei magazzini del Museo delle tradizioni locali di Sverdlovsk. Il manufatto è stato mostrato ai visitatori del museo solo nel 2003, quando è stata aperta la mostra “Shigirskaya dispensa”. Per una mostra unica, ho dovuto ordinare una vetrina speciale in uno degli istituti di ricerca sulla difesa.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.