Non siamo gli eredi di Atlantide

0 25

Non siamo gli eredi di Atlantide, ma gli Atlantidei si sono evoluti dall’umanità moderna

Esiste una versione secondo la quale non siamo gli eredi di Atlantide, ma gli Atlantidei si sono evoluti dall’umanità moderna. Giudicate voi stessi: le razze della Terra esistono al di fuori del lasso di tempo, dal punto di vista dei metaprogrammatori cosmici, e le loro colture sono prodotte da entità che hanno pieno accesso alle tecnologie del tempo, o meglio, vivono al di fuori del formato temporale lineare a noi noto.

Gli Atlantidei possedevano le conoscenze e le capacità più potenti rispetto alle persone di oggi, erano molto più alti (circa 3 metri) e avevano un’aspettativa di vita più lunga (800-1000 anni, sulla base di alcuni dati). Quindi, ipoteticamente, si può sostenere che la teoria della loro evoluzione dal nostro stato attuale è, almeno, logica. Naturalmente, a questo si aggiunge il fattore delle guerre e delle conquiste della Terra, che ha portato ad una diminuzione del livello di coscienza della sua popolazione, densificazione nella dualità, un fallimento del raggio del tempo e molti altri eventi, i cui dettagli dobbiamo ancora capire.

Ma di che tipo di informazioni perse stiamo parlando:

L’atlantideo medio percepiva l’universo in espansione come un riflesso del suo mondo interiore, come un oggetto di costante conoscenza e studio. Per promuovere la conoscenza di sé, le porte di tutte le scuole sacerdotali furono spalancate per lui. I sacerdoti dei numerosi templi del Sole hanno insegnato ai loro parrocchiani qualcosa del genere:

“Il mondo, che i terrestri chiamano Dio, è uno e indivisibile. Non ha spazio, tempo, forma, tesi e antitesi, niente bene e niente male. Il nostro spirito, l ‘”Io” Superiore, crea costantemente illusioni, chiamate dalle persone cose e spazi tridimensionali e multidimensionali. Non appena una persona inizia a dividere il mondo in un soggetto e un oggetto, in un conoscente e un conoscibile, viene separata dall’Uno e si immerge in un sogno, chiamato vita. Attorno allo spirito separato ci sono milioni di “specchi” che mostrano a una persona i suoi riflessi distorti. Un terrestre vede ora un uccello, ora stelle, ora terra arabile, senza rendersi conto che questo è tutto – lui. Il compito delle vite umane è quello di ripulire gli “specchi” di polvere e sporcizia e riconoscersi in milioni di persone e animali, pietre e alieni.

Tutte le cose nel mondo sono immutabili ed esistono sempre. Il tempo e lo spazio, il movimento e le forme sono un prodotto dell’attività della nostra mente, che si trova nella regione del plesso solare. Il tempo viene creato trascinando continuamente le nostre menti dal presente al passato e dal passato al futuro. Qualcosa del genere inseriamo il dischetto necessario nel computer e lui comincia a sfogliare il libro che ha preso vita davanti ai nostri occhi. Lo spazio è creato dalla nostra mente allo stesso modo: la totalità delle cose e degli eventi viene trascinata dal presente al passato e dal passato al futuro. Cioè, alle cose viene dato un vettore del tempo. Se alle cose vengono dati diversi vettori, allora otteniamo uno spazio multidimensionale.

La nostra mente terrena è come un artista. Un artista può dipingere solo su tela. La mente logica può funzionare solo quando c’è tempo e spazio. La mente gira come uno scoiattolo in una ruota nel mondo tridimensionale o multidimensionale che ha creato. Per tornare al mondo reale, la mente deve essere fermata. La ragione può essere paragonata a una macchina di realtà virtuale. Con l’aiuto dei cinque sensi, inganna il Sé Superiore e mostra, con il suo consenso, una vita inesistente. Il Sé Superiore è come una persona seduta allo schermo di un computer. Lì, sullo schermo del monitor, “io” creai la mia piccola copia e giocai così tanto, così entrò nell’immagine dell’omino disegnato da lui che si dimenticò dove si trovava veramente. L’uomo del computer, a sua volta, si è seduto anche davanti allo schermo del monitor da lui disegnato e ha creato la sua piccola copia in un computer giocattolo.Il compito di una persona è ricordare che è Dio che gioca con Se stesso .

Tutti i mondi e gli universi esistono in un punto. Un vettore temporale applicato a un punto reale fornisce una linea illusoria. Chiamiamo i punti sulla linea un mondo unidimensionale. Due vettori del tempo, applicati dalla nostra mente a un punto, formano l’illusione di un piano, un mondo bidimensionale. Tre vettori del tempo formano un irreale mondo tridimensionale. Il mondo fisico è solo una fantasia del tuo Sé Superiore. Ciò implica:

1. Non una persona nasce nel mondo, ma i mondi nascono in una persona.
2. Ogni creatura ha il suo tempo e il suo spazio.
3. Siamo tutti madri, padri, figli e figlie l’uno dell’altro allo stesso tempo.
4. Cambiando te stesso, stai cambiando il mondo intero .

Tutte le persone hanno lo stesso Sé Superiore. Questo è Dio. Il Creatore si è separato da Se stesso in modo che potesse amare e conoscere Se stesso. Una persona ha bisogno di vedere Dio in se stesso e comunicare con Lui senza intermediari. Qualsiasi intermediario, sia esso una chiesa o un insegnante, porta una distorsione delle informazioni. Uno può realizzare Dio in se stesso non attraverso la fede cieca, ma attraverso la conoscenza. La fede è pigrizia. È facile non fare nulla e credere. E andare a controllare le informazioni, scoprire “come funziona, perché funziona in quel modo” e poi farlo da soli è molto difficile. Ciò richiede un’enorme forza di volontà. La volontà è quando tutti i desideri, subordinati a uno, si sono fusi in un unico grande desiderio. Solo la propria esperienza crea conoscenza delle informazioni e una persona: il Creatore.

L’amore sulla Terra è una pratica spirituale di donarti a tutti, senza richiedere nulla in cambio. Più l’amante si dà via, più diventa ricco e felice: dopotutto, si dà via a se stesso. Quando una persona cerca un oggetto d’amore non dentro di sé, ma nel mondo esterno, si degrada e muore. Per una persona che ha raggiunto l’illuminazione, tutte le parole e sofismi, musica e preghiere, idee e concetti non sono altro che sciocchezze, un gioco di una mente logica imperfetta. Portato via da questo gioco, devi ricordare il pericolo di esagerare e svegliare costantemente coloro che si sono già identificati con l’uomo del computer “.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.