Web e Social

Come guadagnare con l’affiliate marketing

affiliate-marketing

Le opportunità di guadagno sono aumentate in modo esponenziale in seguito all’avvento della digitalizzazione. Questo ha permesso infatti a diversi utenti di gestire in autonomia un proprio business e di portarlo avanti anche grazie all’affiliate marketing. Si tratta di una modalità che, attraverso una sponsorizzazione di un prodotto o di un bene, riconosce una percentuale sulla vendita.

Sempre più utilizzato da blogger e da personaggi in possesso di canali social, l’affiliate marketing ha subito un notevole crescita incentivando diverse aziende e produttori ad intraprendere questa strada.

Ma come è possibile guadagnare con l’affiliate marketing?

Affiliate marketing: cos’è

Prima di addentrarci nel metodo di guadagno attraverso l’affiliate marketing è bene conoscere la sua definizione, all’interno della quale, in realtà è già spiegato come sia possibile guadagnare.

L’affiliate marketing permette a chi lo pratica di ottenere una commissione dalla vendita di un prodotto. Il prezzo finale per il consumatore sarà immutato, ma per premiare l’affiliato del lavoro svolto, il sito riconoscerà una percentuale di vendita, possibile attraverso il link condiviso dalla quale è arrivato l’acquirente.

Sapere come funziona il mondo dell’affiliate marketing è utile non solo a chi vuole diventare affiliato, ma anche ad un probabile publisher, ovvero colui che mette a disposizione il prodotto o servizio da sponsorizzare.

Come guadagnare con il marketing di affiliazione

Il guadagno con l’affiliate marketing è sempre possibile, a patto che siano rispettate alcune attenzioni che permettono di avere davvero una conversione in denaro. Anche questa è infatti una strategia digitale adottata da chi possiede una piattaforma e, come tale, deve essere ben strutturata.

Nella teoria è sufficiente possedere un canale di comunicazione per iniziare a guadagnare con l’affiliate marketing, ma nella teoria, se non sappiamo comunicare con i nostri followers, questi non effettueranno mai l’acquisto che ci permetterà di ottenere una percentuale.

Conoscere le tecniche dell’ottimizzazione SEO dei diversi canali è un ottimo punto di partenza per permette agli utenti di trovare il prodotto che desideriamo sponsorizzare. Non sono poi da sottovalutare le campagne di advertising. Queste non possono essere collegate direttamente al link fornito dal canale di affiliazione, ma possono essere legate al blog generico o alla pagina in nostro possesso.

Non possiamo poi tralasciare il target di riferimento. Gran parte dei programmi di affiliazione permette infatti di sponsorizzare qualsiasi prodotto, un esempio è Amazon. I ricavi saranno però notevolmente ridotti se non ci riferiamo al nostro target di comunicazione. Scegliamo quindi prodotti in linea con gli interessi nostri e dei followers per avere maggiori possibilità di conversione. Ricordiamoci che le percentuali delle vendite non sono elevate e quindi è bene puntare sulla quantità di prodotti che saranno venduti solo se interessanti per gli utenti.

Da questo ultimo punto ne deriva che è bene cercare il giusto canale di affiliazione. Anche se quello generici possono essere una buona base di partenza, cercare attraverso dei network di affiliazione programmi specifici e dedicati al nostro target consente di ottenere un maggior numero di link da sponsorizzare. In molti casi, inoltre, questi hanno una percentuale di premio maggiore rispetto a quelli generici.