Curiosità

L’uomo di Taured, viaggiatore del tempo

Nonostante non fosse passato nemmeno un decennio dalla fine della seconda guerra mondiale, il Giappone era in piena ripresa e accoglieva visitatori da tutto il mondo. I lavoratori dell’aeroporto giapponese non sapevano che in quella calda giornata del 1954 sarebbero stati visitati da un viaggiatore interdimensionale… o da un truffatore con una grande immaginazione e un appetito per il trolling.

Un funzionario della dogana ha ricevuto in mano il passaporto di un passeggero apparentemente in arrivo dall’Europa. Mentre il viaggiatore aspettava in silenzio, controllò il documento. Wow, il paese non mi dice niente. “Taured”. Doveva essere uno di quelli minuscoli che sembravano quasi uno scherzo, qualche ducato o principato come il Liechtenstein o San Marino. Tuttavia, dopo aver controllato con il suo supervisore, ha scoperto che la presunta nazione di Taured non si trovava da nessuna parte. Il passaporto, tuttavia, sembrava autentico e aveva timbri di ingresso sulle sue pagine da altri paesi che il passeggero aveva apparentemente visitato senza problemi. Impossibile, dato che il paese da cui sosteneva di provenire… non esisteva.

Il viaggiatore è stato interrogato dalla polizia del paese del Sol Levante in una stanza discreta dell’aeroporto. Sosteneva che la sua patria era in Europa, ma che era normale che il suo nome non suonasse in Giappone. Ha spiegato che era molto piccolo e che si trovava tra la Spagna e la Francia, ma che non aveva mai avuto problemi quando viaggiava in Giappone. Era la terza volta che si recava nella nazione asiatica quell’anno, per affari, e non aveva mai avuto problemi prima. Ha mostrato valuta legale di diversi paesi europei che portava in un grande portafoglio e le forze dell’ordine, dopo aver controllato un libro di geografia, gli hanno chiesto se veniva da Andorra. Indicò la mappa della piccola nazione dei Pirenei, ma disse che non aveva mai sentito parlare di “Andorra” in vita sua e che la sua “Taured” esisteva da mille anni. Che diavolo!

Il tizio barbuto che parlava francese sosteneva di avere un appuntamento con un’azienda locale e persino una prenotazione in albergo, così i disfattori hanno telefonato all’azienda. Esisteva, ma non conoscevano il passeggero che sosteneva di avere affari con loro, né l’azienda che sosteneva di rappresentare. La stessa cosa è successa con l’hotel. La questione era andata troppo oltre, e i funzionari hanno pensato di ridurre le perdite deportando il passeggero. Il problema era… Dove veniva deportato?

Il viaggiatore era visibilmente nervoso e, stufo di essere interrogato, mostrò loro una patente di guida rilasciata nell’inesistente paese di Taured, così come una patente internazionale che sembrava essere in ordine. Ha anche mostrato loro un libretto di assegni di una banca che non esisteva da nessuna parte oltre le tasche dell’uomo in difficoltà.

Il mistero della misteriosa scomparsa

Vedendo che il problema sembrava irrisolvibile e che la storia di questo pazzo o truffatore diventava sempre più contorta, dopo otto ore di inutile interrogatorio, i funzionari decisero di sistemare lo strano visitatore in un albergo e di tornare al lavoro il giorno dopo.

Due guardie sorvegliavano la porta della stanza durante la notte, ma entrando nella stanza al mattino, come in ogni buona chiusura di leggenda metropolitana, l’uomo di Taured era scomparso insieme a tutti i suoi averi. L’unico posto da cui sarebbe potuto scappare era una finestra a quindici piani dal suolo, e non c’era nessuna pizza umana sull’asfalto quella mattina.

Viaggiatore da un’altra dimensione o pazzo?

L’evanescente viaggiatore veniva da una dimensione parallela in cui lo spazio geografico del nostro vicino più apprezzato dagli evasori fiscali è occupato da un paese chiamato Taured?

Il protagonista della storia era malato di mente, ossessionato dal trollare la polizia giapponese, ed era tutta una semplice confusione? Certo, l’idea che un agente commerciale Taured salga su un aereo per il Giappone e durante il tragitto, dopo aver attraversato una nuvola, appaia nella nostra dimensione è romantica, ma è comunque poco plausibile.