Tecnologia

Termoscanner e termometri a infrarossi: come funzionano?

I termoscanner e i termometri a infrarossi (IR) sono utili per misurare la temperatura in una serie di ambienti industriali e clinici. Questi dispositivi di misurazione della temperatura senza contatto funzionano bene in circostanze in cui l’oggetto è fragile e pericoloso da avvicinare, o quando altri tipi di termometri non sono pratici.

I termometri a infrarossi utilizzano il concetto di radiazione infrarossa per determinare la temperatura superficiale degli oggetti senza alcun contatto fisico. Scopriamo cos’è la radiazione infrarossa per capire meglio come funzionano i termometri IR.

Radiazione infrarossa

Ogni oggetto che non è a temperatura zero assoluto ha atomi che si muovono al suo interno. Questa velocità di movimento è in diretta correlazione con la sua temperatura. Più alta è la temperatura, più veloce sarà il movimento delle molecole. Queste molecole in movimento emettono energia sotto forma di radiazione infrarossa.

La lunghezza d’onda di questa radiazione è più lunga di quella della luce visibile. Quindi, non siamo in grado di vederla ad occhi nudi. Tuttavia, la radiazione può passare allo spettro visibile se l’oggetto diventa troppo caldo. Un metallo caldo che brilla di rosso o a volte anche di bianco è uno degli esempi.

Anche se non siamo in grado di vedere la radiazione infrarossa, possiamo comunque percepirla sotto forma di calore. Il calore che sentiamo dalla luce del sole, un radiatore o un fuoco sono tutti esempi di radiazione infrarossa. È questo calore che i termometri a infrarossi rilevano per misurare la temperatura degli oggetti.

Funzionamento dei termometri a infrarossi
Simile alla luce visibile, è anche possibile focalizzare, riflettere o assorbire la luce infrarossa. I termometri a infrarossi impiegano una lente per focalizzare la luce infrarossa emessa dall’oggetto su un rilevatore noto come termopila.

La termopila non è altro che termocoppie collegate in serie o in parallelo. Quando la radiazione infrarossa cade sulla superficie della termopila, viene assorbita e convertita in calore. L’uscita di tensione è prodotta in proporzione all’energia infrarossa incidente. Il rilevatore usa questa uscita per determinare la temperatura, che viene visualizzata sullo schermo.

Mentre questo intero processo può sembrare complicato, ci vogliono solo pochi secondi per il termometro a infrarossi per registrare la temperatura e visualizzare nell’unità desiderata.

Funzionamento dei termoscanner e dei termometri a infrarossi

Simile alla luce visibile, è anche possibile focalizzare, riflettere o assorbire la luce infrarossa. I termometri a infrarossi utilizzano una lente per focalizzare la luce infrarossa emessa dall’oggetto su un rilevatore noto come termopila.

La termopila non è altro che termocoppie collegate in serie o in parallelo. Quando la radiazione infrarossa cade sulla superficie della termopila, viene assorbita e convertita in calore. L’uscita di tensione è prodotta in proporzione all’energia infrarossa incidente. Il rilevatore usa questa uscita per determinare la temperatura, che viene visualizzata sullo schermo.

Mentre questo intero processo può sembrare complicato, ci vogliono solo pochi secondi per il termometro a infrarossi per registrare la temperatura e visualizzare nell’unità desiderata.