Utilità

Ecco perché eseguire le analisi chimiche dell’acqua di casa vostra

Tutti noi, nella vita di tutti i giorni, siamo continuamente esposti al rischio di entrare in contatto con agenti o batteri più o meno nocivi per la nostra salute.

Uno dei modi che abbiamo per scongiurare questo pericolo, è quello di far effettuare delle analisi chimiche su ciò che quotidianamente ingeriamo, tocchiamo o respiriamo.

Tra le funzioni principali delle analisi chimiche c’è infatti quello di rilevare l’eventuale presenza di contaminanti all’interno delle materie prime e dei prodotti trasformati di origine vegetale ed animale che si trovano in commercio, ma non solo.

Le analisi riguardano anche i materiali che entrano in contatto diretto con gli alimenti come, ad esempio, i contenitori e gli imballaggi che possono, in alcuni casi, fare da veicolo per alcune sostanze nocive.

L’importanza delle analisi chimiche

Conoscere e verificare la composizione delle materie prime e dei prodotti che usiamo quotidianamente, è importante per evitare di andare incontro a patologie anche molto gravi.

Non serve andare molto lontano, infatti, per rischiare di ammalarsi, a volte infatti le maggiori insidie si possono nascondere all’interno delle propria mura domestiche.

Quali analisi chimiche si devono fare per mettere in sicurezza la propria casa?

Le analisi chimiche che si possono far svolgere in ambito domestico vanno, ad esempio, dalla qualità dell’acqua che esce dal nostro rubinetto a quella del terreno che usiamo per coltivare il nostro orto.

Si tratta ovviamente di un lavoro che può svolgere solo uno specialista, se vivi nei dintorni di Napoli e vuoi contattare un esperto di analisi chimiche, puoi affidarti alla consulenza e ai servizi di https://www.analisidottsteardo.it/.

Alcuni esempi di analisi chimiche

Le analisi chimiche, grazie allo studio della composizione delle materie prime, sono in grado di rivelarci la presenza o meno di agenti inquinanti, batteri nocivi e contaminanti.

Una delle materie prime che è importante analizzare chimicamente è l’acqua che, tra le altre cose, usiamo per cucinare e per lavarci.

Un analisi di questo tipo ci può dire se l’acqua che esce dal rubinetto di casa è potabile e se i valori sono in linea con i livelli normativi.

Attraverso l’analisi dell’acqua che si utilizza per l’irrigazione si può determinare se è contaminata e qual è il livello di nutrienti presente al suo interno.

Pensiamo quanto possa essere importante conoscere questo dato per qualcuno che si diletta nella coltivazione di un orto.

In questo caso specifico si può richiedere anche un’analisi del terreno e di eventuali concimi che vengono utilizzati per la produzione.

Anche l’acqua delle piscine è da sottoporre ad analisi ad hoc per stabilire l’eventuale presenza di agenti nocivi per la salute di chi le frequenta.

Mai come quest’anno, inoltre, si è fatto un gran parlare di quali alternative adottare per ridurre i costi relativi al riscaldamento a gas: motivo per cui in tanti hanno investito su sistemi a legno e a pellet.

Effettuando apposite analisi chimiche su questi due materiali, è possibile stabilire con esattezza il loro potere calorigeno e verificare se rientra nei parametri imposti dalle normative europee.